Interspinoso vertebrale

L’interspinoso vertebrale è uno strumento utile nell’aiutare la colonna vertebrale a sostenere il peso del corpo in quel particolare segmento, ma l’indicazione resta tutt’oggi limita ad alcuni specifici casi, pena il fallimento totale dell’intervento chirurgico.

Tra gli ultimi dispositivi per trattare o prevenire particolari condizioni dolore lombari e sciatalgiche sono i cosidetti interspinosi.

Interspinoso posizionate tra due vertebre.

Interspinoso posizionate tra due vertebre.

La moderna fisio-patologia discale si avvale dei concetti espressi da Wolfgang Rauschningche ben descive la degenerazione discale, definito oggi in tutte le sue componenti: anteriore (disco) e posteriore (faccette articolari). L’invecchiamento del disco intervertebrale è l’inizio della cascata degenerativa: tale casacta può essere interrotta attraverso l’uso di “devices” atti a preservare lo spazio discale e a ristabilire il corretto movimento delle faccette articolari.

Gli spaziatori interspinosi  vengono utilizzati per il trattamento della lombalgia e per la sciatalgia bilaterale, oltre che preservare alcuni dischi ormai consumati.

Interspinoso tipo DIAM.

Interspinoso tipo DIAM.

Il concetto di base dei dispositivi interspinosi si basa sull’osservazione che la sintomatologia dolorosa migliora con i movimenti di flessione con lo scarico di tensione sull’anulus posteriore del disco, il quale è considerato in molti casi il “generatore del dolore”.

Tale protesi  funge da ammortizzatore e viene posizionata tra i processi spinosi dei livelli sintomatici del disco, riduce il carico sul disco e sulle faccette articolari e quindi allarga lo spazio del disco e del forame, alleviando i sintomi del paziente.

L’intervento chirurgico può essere eseguito in anestesia locale. Spesso i dispositivi interspinosi vengono utilizzati in combinazione con la decompressione foraminale selettiva.

Protesi da noi utilizzate: protesi statiche (X-Stop, Wallis), protesi dinamiche – compressibili (Viking, Diam, Coflex “U”)

  • DIAM: è uno spaziatore in silicone che può essere inserito con risparmio del legamento interspinoso in modo da funzionare da “tension-band”.Esso è quello che prediligo per preservare ed allargare i forame dei metameri contigui. Mantiene la rigidità del compartimento posteriore dell’unità funzionale e trova pertanto indicazione quando si voglia mantenere la dimensione del canale radicolare.

 

Trattamenti Chirurgici

Ogni patologia necessita di essere trattata in maniera differente, cosi come ogni pazinete necessità di una propria cura. Dopo un accurato studio diagnositoc, saremo in grado di proporre il giusto trattamento per la soluzione del problema. Vedi Trattamenti Chirurgici

Intervento cervicale

L’intervento cervicale è uno degli interventi che ha avuto più...

Read More

Stabilizzazione vertebrale

La stabilizzazione vertebrale con viti e barre è un intervento chirur...

Read More

Interspinoso vertebrale

L’interspinoso vertebrale è uno strumento utile nell’aiut...

Read More

Intervento per stenosi vertebrale

In questo centro l intervento per stenosi vertebrale viene trattato co...

Read More

Intervento per ernia del disco

L’intervento per ernia del disco è oggi un intervento  sicuro, di ...

Read More

Microchirurgia ed Endoscopia

Le neurochirurgia è la più antica e praticata arte medica di cui si ...

Read More

“E’ molto più importante sapere che tipo di persona ha quella malattia, piuttosto che sapere che tipo di malattia ha quel paziente”Sir William Osler 1849-1919